Massimiano Bucchi

 

Massimiano Bucchi (Ph.D. Scienze Politiche e Sociali, Istituto Universitario Europeo, 1997) Ŕ professore ordinario di Sociologia della Scienza e Comunicazione, Scienza e Tecnica presso la FacoltÓ di Sociologia dell'UniversitÓ di Trento.

Ha pubblicato numerosi volumi, tra cui Science and the Media (London and New York, Routledge, 1998; ed. it. La scienza in pubblico, McGraw-Hill, 2000), Scienza e SocietÓ (Il Mulino, 2002, ed. int. Science in Society, London and New York, Routledge, 2004; nuova edizione riveduta ed aggiornata, Milano, Cortina, 2010), Scegliere il mondo che vogliamo. Cittadini, politica, tecnoscienza ( Il Mulino, 2006; ed. int. Beyond Technocracy. Science, Politics and Citizens, New York, Springer, 2009), Cellule e cittadini. Biotecnologie nello spazio pubblico (con F. Neresini, Sironi, 2006), Handbook of Public Communication of Science and Technology (Routledge, 2008, con B. Trench), Scientisti e Antiscientisti. PerchÚ scienza e societÓ non si capiscono (Il Mulino, 2010) e saggi in riviste internazionali quali Nature, Science e Public Understanding of Science. Ha ideato e cura dal 2005 l'Annuario Scienza e SocietÓ (Il Mulino).

E' membro del Consiglio per le Scienze Sociali ed ha fatto parte di comitati di consulenza per istituzioni internazionali tra cui Royal Society (UK), National Science Foundation (US), European Food Safety Agency e Commissione Europea.

Ha condotto ricerche e tenuto seminari presso numerose universitÓ e istituzioni di ricerca (Royal Society of London, Universitńt Bielefeld, ETH Zurich, London School of Economics, University of California Berkeley, Accademia Svedese delle Scienze, UniversitÓ di Tokyo, American Association for the Advancement of Science), ricevendo numerosi riconoscimenti tra cui il premio Rai per ricerca sulle comunicazioni di massa (1996 e 2000), il premio internazionale Mullins della Society for Social Studies of Science per il miglior saggio di sociologia della scienza (1997), il premio Lelli per la migliore tesi di dottorato in Sociologia (1998), il premio speciale della giuria Merck-Serono per libri sulla scienza (2007), il premio internazionale Calabria per i libri sulla scienza (2011).

Fa parte del board editoriale della rivista Public Understanding of Science e ha presieduto il Comitato Scientifico del XII convegno mondiale di Public Commmunication of Science and Technology (Firenze nel 2012).

Scrive su Repubblica, La Stampa-Tuttoscienze e ha collaborato alla nuova edizione del programma Superquark, in onda su Raiuno.